in

Napoli, il retroscena di Aurelio De Laurentiis: “Unicredit mi finanziava solo i film, misi i miei soldi personali”

Corriere dello Sport: ADL ha appena proposto il rinnovo a Callejon. Ora dipende dallo spagnolo

In chiusura del convegno “Ricostruire: La parola alle imprese” che s’è tenuto in ritiro Aurelio De Laurentiis ha svelato un retroscena sull’acquisto del Napoli. “Non esiste politica senza economia, in Italia si fa politica senza pensare all’economica. Senza l’Europa che ci dava questi soldi stavamo veramente messi male, dopo una recessione che va avanti dal 2007, e lo sapevamo dal 2005, ma non c’è vision. Io ricordo che presi il Napoli senza sapere nulla di calcio, ma l’industria del cinema è una delle più complesse con competenza mondiale”.

“C’era Profumo all’Unicredit e mi disse ‘Cosa fai? Ti do tutto quello che vuoi, quanto vuoi per i film in America, ma il calcio no, tu pensa che siamo interisti e non gli abbiamo dato 1 euro a Moratti’, ma mi ascoltò e poi mi disse ‘Hai ragione, ma il comitato è in vacanza’, e misi miei soldi personali per prendere il Napoli e non me ne sono mai pentito ed ho avuto ragione”.

Scritto da Emanuele

Peppe Iannicelli contro la Nations League: “Mi chiedo l’utilità di questa competizione, il ritiro del Napoli è praticamente finito”

GAZZETTA – Il Milan si assicura Sandro Tonali e Zlatan Ibrahimovic