in

L’ex procuratore di Gennaro Gattuso commenta: “So come la pensa sul rinnovo, ma è meglio non parlarne ora”

Quali sono le squadre che ha rifiutato Gattuso per sposare la causa Napoli?

Andrea D’Amico, ex procuratore di Gennaro Gattuso, è intervenuto ai microfoni de “Il Sogno Nel Cuore” su 1 Station Radio. “Nel calcio non c’è pazienza, quello che conta sono i risultati e, ad oggi, stanno arrivando, ma bisognerà continuare fino alla fine. So come la pensa Rino sul rinnovo, ma è meglio non parlarne ora, perché pensa solo a concludere al meglio il campionato e ad arrivare in Champions, ne riparlerà con De Laurentiis a fine stagione. Possibile ridimensionamento Napoli? La Champions è l’obiettivo economico finanziario che giustifica gli investimenti, i conti vanno fatti anche in base a questo, è ovvio. Questo discorso vale per tutti i club. A chi non rinuncerei in caso di ridimensionamento? Ad oggi è difficile rispondere, i se e i ma nel mercato non contano nulla. Bisognerà vedere a fine stagione come andranno le cose, decideranno società e allenatore”.

Per poter sfruttare le seguenti promozioni è necessario cliccare sul book di riferimento ed effettuare l’iscrizione sui seguenti siti che operano in Italia in totale sicurezza

“SuperLega? Questo è un progetto che parte da lontano, non è nato ora, la pandemia lo ha solo accelerato. L’errore commesso dalle firmatarie è stato il non comunicare in maniera chiara, dando modo di travisare l’idea a monte. Tutto è business, spettacolo, e non capisco le critiche della gente. Sono degli interessi economici e politici in gioco importanti, se si mettessero d’accordo le più grandi squadre europee non ci vedrei niente di strano. In realtà non è equilibrata nemmeno la Serie A come sistema economico sportivo, andrebbero dati più soldi alle piccole, perché non possono competere con le big e rischiano il fallimento ad ogni retrocessione. Ognuno difende i propri interessi, mi stupisco di chi si stupisce. Come superare la crisi? In primis tornando alla normalità, poi con una migliore distribuzione dei diritti televisivi, perché la tv è la prima entrata, è la padrona del pallone”.

Scritto da Emanuele

Lavezzi ha appena detto addio al calcio! Grazie di tutto Pocho

Ezequiel Lavezzi racconta: “Non sono mai stato richiamato dal Napoli. Me ne andai per questioni familiari”

Via libera per il mercato del Chelsea: c'è Hysaj tra gli obiettivi dei Blues

Dario Marcolin promuove Elseid Hysaj: “Chi lo prende a parametro zero fa un affare, per l’età che ha”