in

Juventus-Napoli, azzurri sicuri di essere nella legalità: pronti a ribellarsi anche al punto di penalizzazione

Corriere dello Sport: ADL avvia il ''casting'' del nuovo allenatore

Il caso di Juventus-Napoli continua a tenere banco. La partita non è mai cominciata e non è ancora finita. Strano a dirsi, ma quando si comincerà a giocarla, seriamente, si finirà per interpretarla in punta di diritto. Il big match mai disputato rischia di trasformarsi in un caposaldo giuridico del calcio ai tempi del Coronavirus. C’è però una società convinta di essere nella legalità. Il Napoli non è intenzionato, come confessato dall’avvocato Mattia Grassani “ad accettare nessuna sanzione, neppure quella che si potrebbe definire minore come la penalizzazione di un punto”.

Aurelio De Laurentiis è stato chiaro con i suoi: non accetterebbe nemmeno una piccola penalizzazione. La settimana più inquieta del calcio contemporaneo, come riporta il Corriere dello Sport, giace, adesso, tra le mail e gli aut aut delle ASL, tra gli ordini a non partire per Torino e le discussioni a distanza. Ancora pochi giorni e sapremo come andrà a finire.

Scritto da Emanuele

Mercato: Callejon in partenza, il Napoli è pronto a salutare lo spagnolo

José Maria Callejon pronto a prendersi la Fiorentina: non è l’erede di Federico Chiesa

Napoli, l’isolamento termina venerdì: domani altro giro di tamponi a Castelvolturno