in

Inter-Juventus e il fallo di Miralem Pjanic su Rafinha: si continua a discutere

Calciomercato: Barcellona-Juve, a gennaio si profila un clamoroso scambio

C’è un curioso retroscena svelato stamattina dal Corriere dello Sport in merito alle dichiarazioni dell’ex capo della procura federale Giuseppe Pecoraro sull’audio della comunicazione tra Daniele Orsato e il VAR di Inter-Juve. Si parla sempre della mancata espulsione di Miralem Pjanic per fallo su Rafinha. All’epoca il Napoli era in corsa per il titolo. Se il VAR non interviene sui secondi gialli, si usano acuni escamotage per aggirare il protocollo ed è avvenuto anche quella sera. In realtà è una segnalazione indiretta all’arbitro che spesso viene usata.

La frase solita è vicina a “Non è rosso, non è rosso”, quasi per suggerire al collega che il fallo non sarà da espulsione. A quel punto è chiaro l’abbaglio e bisogna almeno ammonire il giocatore. Un suggerimento che quella sera Daniele Orsato non ha colto e che gli è costato caro: non arbitra l’Inter da quel giorno ed è la più lunga preclusione esistente tra i fischietti sul rettangolo verde.

Scritto da Emanuele

Napoli, Umberto Chiariello sulla ripresa: “Si deve giocare convivendo col virus”

Dalla Spagna: De Laurentiis ha già parlato con Gattuso, Ancelotti traballa

Napoli, Aurelio De Laurentiis vorrebbe i tamponi gratis in cambio di pubblicità