in

Guglielmo Stendardo contro il taglio degli ingaggi: “Il calciatore non partecipa agli allenamenti per cause non imputabili a lui”

Guglielmo Stendardo, ex difensore e avvocato, è intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli, emittente ufficiale della società azzurra, per commentare la notizia del possibile taglio stipendi dei calciatori. “Essere categorici in questo momento è veramente difficile. Tutto dipenderà da quello che questo maledetto virus ci dirà. Se il campionato dovesse terminare sul campo, dal punto di vista giuridico dico che non è possibile in questo momento tagliare lo stipendio dei calciatori. Se il calcio riprende, per quale motivo io dovrei sospendere il pagamento degli stipendi? Inoltre in questi giorni il calciatore è a casa, è a disposizione della società, segue una dieta. Non partecipa agli allenamenti della squadra per cause non imputabili a lui”. Una voce fuori dal coro, quindi, tra l’altro dalla bocca di un avvocato. Se le partite che mancano si dovessero recuperare a distanza di pochi giorni, però, a quel punto sarebbe un problema gestire gli ingaggi.

Scritto da Emanuele

Video gol Dybala: realizza su punizione. 1-0 Juve

Coronavirus, il fratello di Paulo Dybala scappa dalla quarantena: denunciato

Dalla Spagna: De Laurentiis ha già parlato con Gattuso, Ancelotti traballa

Napoli, Aurelio De Laurentiis impartisce l’ordine ai giocatori: “Tutti a casa”