in

GAZZETTA – “2.500.000.000€ di debiti”, la Serie A rischia grosso e Urbano Cairo parla del 30 giugno

Torino: scritte sui muri contro Cairo, tifosi imbufaliti

L’edizione di oggi de La Gazzetta dello Sport apre con la cifra a caratteri cubitali: “2.500.000.000€”. A tanto ammontano i debiti dei club di Serie A. Cresce il fatturato dell’intero campionato, ma aumentano di più i costi. La perdita annuale è di 292 milioni di Euro. La Juventus ha ricavi da top club, ma allo stesso tempo ha tante spese, mentre l’Atalanta, nel bilancio 2018/2019, ha portato grossi profitti. Poi Napoli, Torino e Cagliari, che non hanno debiti bancari. Il presidente del Torino Ubrano Cairo si è concesso ai microfoni della rosea rivelando di essere favorevole al taglio degli stipendi dei giocatori, poiché se il sistema andrà in crisi anche loro ne pagheranno le conseguenze. Poi sul campionato: “Se il torneo potrà ripartire dovrà finire entro il 30 giugno”. Il brasiliano Pelé, invece, dichiara: “Mai nessuno al mio livello. Cristiano Ronaldo il più continuo, è più stabile. Da dieci anni è al massimo”. Un ennesimo attestato di stima per il portoghese.

Scritto da Emanuele

Pedullà: ADL ha fatto delle richieste specifiche a Gennaro Gattuso

Renzo Ulivieri parla chiaro: “I presidenti di Serie A devono aspettare quello che succede nel mondo, è inutile che fanno riunioni”

Buonasera Napoli: le news più importanti di giornata. Si ferma K2, Gattuso ancora in pole. Berge via a gennaio

CDS – “Napoli mi manca molto: tornerò!”, intervista a Raul Albiol