in

Coronavirus a Napoli, l’iniziativa di Lorenzo Insigne: un contributo per gli ospedali

Insigne si scalda, ma partirà dalla panchina. Il retroscena dal San Paolo

L’emergenza del Coronavirus sta spaventando tutta l’Italia, non solo la zona settentrionale. Da quando l’intera nazione è diventata zona protetta, anche a Napoli si sta correndo ai ripari. Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha parlato ai microfoni di Radio Crc rivelando però un bel retroscena su Lorenzo Insigne. “Considero estremamente importante ogni gesto di solidarietà e aiuto civile, ringrazio chi ha dà una mano anche dal punto di vista economico. Ieri abbiamo registrato due episodi molto interessanti. C’è stato un contributo dell’ANICAV e ho avuto modo di parlare con Lorenzo Insigne, capitano del Napoli, che ha chiesto dove potersi rivolgere per dare anche lui un contributo per i nostri ospedali”. Un’iniziativa lodevole, che stona chiaramente con le file ai supermercati notturni alle quali hanno partecipato anche alcuni giocatori del Napoli. A poco a poco in tanti stanno adottando in misura sempre maggiore provvedimenti cautelativi. La Lazio, ad esempio, ha impedito ai propri tesserati di spostarsi per qualsiasi motivo.

Scritto da Emanuele

Serie A, arrivano nuove indicazioni per i club: allenamenti sospesi per 7 giorni

Il Dortmund fa la spesa in casa Juve: arriva l'offerta di 30 milioni per due giocatori

Serie A, lo juventino Massimo Giletti è sicuro: “Deve far fede la classifica all’ultima giornata”