in

Ciro Immobile d’accordo con Claudio Lotito: “Posso andare con Edin Dzeko a Villa Borghese ma non a Formello”

RADIO MARTE, Auriemma: ''Immobile poteva andare al Napoli, ci furono incomprensioni''

Ciro Immobile ha parlato ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste schierandosi al fianco del presidente della Lazio Claudio Lotito: “Sono d’accordo con lui, è pazzesco che io posso andare con Dzeko a Villa Borghese ma non a Formello, dove ci sono 6 campi e posso correre da solo. Ci sono anche 4 ingressi e 4 uscite di servizio, possiamo anche non incontrarci con gli altri compagni. Come ha detto l’AIC, è un atto discriminatorio. Noi vogliamo riprendere nella massima sicurezza e col permesso dello Stato. Sono convinto che non stiamo facendo polemica, stiamo soltanto cercando di capire il motivo per cui non possiamo correre a Formello. C’è bisogno che qualcuno ce lo spieghi, ce lo dicessero che si potrebbe non riprendere. Tutti i calciatori che io sento sono d’accordo, aspettano notizie per tornare in campo. Nessuno era contrario alla riapertura: se ci sono le condizioni io ripartirei subito. Siamo pronti a giocare anche col caldo ogni 3 giorni”.

“C’è solo una piccolissima parte della Serie A che ha problemi, io penso alla Serie B, alla C e a tutte le altre persone che girano intorno al calcio. Dobbiamo pensare al bene della gente che lavora intorno ai calciatori ma non guadagna come noi. Alcuni prendono 1.000 Euro al mese ma senza calcio non hanno neanche quelli, penso per esempio anche ai giornalisti. Mi diranno che voglio ripartire perché sono primo tra i marcatori, ma a me non frega niente di questo. Come tutti io spero di tornare a lavoro, ma non perché con la Lazio sono secondo in classifica”, ha aggiunto.

Scritto da Emanuele

Vincenzo Spadafora spiega: “Lo sport non è solo calcio e Serie A”

Napoli, il ricordo: 23 anni fa ci lasciava Giuliano Giuliani. Era il portiere del secondo scudetto

Napoli, Marco Baroni ricorda lo scudetto: “Il goal contro la Lazio fu una gioia immensa”