in

Serie A, problemi per gli allenamenti in vista della ripresa

Il calcio italiano si chiede quando ripartire. L’ultima ipotesi vuole che si disputino le semifinali di ritorno di Coppa Italia Napoli-Inter e Juventus-Milan il 27 e il 28 maggio per ricominciare il campionato pochi giorni dopo. In alternativa si potrebbe ripartire dai recuperi delle partite saltate all’inizio dell’emergenza, il 30 e il 31 maggio. Tutto è ancora sospeso, bisogna sentire il parere dei medici, portare le date in assemblea, confrontarsi.

Per l’eventuale ripresa degli allenamenti, Juventus, Milan, Cagliari e Lazio hanno un centro sportivo adatto a ogni esigenza, dagli allenamenti al soggiorno. Napoli e Lecce, invece, lavorano in un’unica struttura, non di proprietà. Tante squadre dovranno trovare un hotel: Inter, Roma, Atalanta e Parma sono a regola per i centri sportivi, non per le camere per il ritiro. In hotel andranno sicuramente Genoa, Sampdoria, Torino, SPAL, Bologna, Sassuolo, Udinese, Hellas Verona, Fiorentina e Brescia. Sono diverse le problematiche logistiche da risolvere prima del via.

Scritto da Emanuele

Dalla Spagna insistono: Fabiàn Ruiz tra i primi obiettivi del Barcellona

Calciomercato Napoli, Fabian Ruiz ancora in bilico: il Real Madrid lo punta

Gazzetta: Lorenzo Insigne, ora è crisi profonda. Ancelotti non ha sopportato alcune cose

Napoli, parla l’ex procuratore di Lorenzo Insigne: “Non mi ha sorpreso che abbia cambiato agente”