in

Rocco Commisso è una furia: “Pavel Nedved? Io parlo con il presidente della Juventus, non con lui”

Il Dortmund fa la spesa in casa Juve: arriva l'offerta di 30 milioni per due giocatori

Il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha avviato una vera e propria crociata mediatica contro la Juventus dopo le lamentele sull’arbitraggio di oggi. Dopo l’intervista a DAZN, è arrivata anche quella a 90° Minuto su Rai 2. “Tornando a Firenze un po’ si è sbollita la rabbia, ma c’è ancora. Ciò che ho visto oggi, e in altre occasioni in cui non ho detto niente, non mi è piaciuto. Ho parlato anche dell’Inter, del Genoa, che non si vanno a vedere le situazioni al VAR. In Coppa è stato espulso Pezzella per simulazione, oggi per come mi hanno detto i miei Bentancur poteva anche essere ammonito per simulazione. La Juventus non ha bisogno dell’aiuto degli arbitri, ha 350 milioni di euro di ingaggi, noi 55. Sono fortissimi e non gli serve aiuto, dopo il secondo rigore mi sono stufato terribilmente. Non ci voleva, non doveva succedere e per come la vedo io non è giusto. Conoscete il calcio italiano meglio di me, è vero che la Juve ha sempre accettato gli arbitraggi senza mai muovere proteste? Se è vero ok, sennò si chiude la bocca che io parlo con il presidente della Juventus, non con lui. Vi lascio decidere, io parlo delle situazioni che ho visto e questo è. Dico solo che la Juventus con 350 milioni, con cui pagano i giocatori sul campo, se la può vincere sul campo una partita. Non ha bisogno di nessun aiuto. Ripeto: in 7 mesi non ho detto niente. Devo dire certe cose per i tifosi, per i giocatori e per la dirigenza: meritano di essere difesi. E ogni tanto lo farò, se vedo cose poco giuste. Se mi vogliono fare la multa me la faranno…”.

Scritto da Emanuele

Napoli-Sampdoria, Gennaro Gattuso in conferenza: “Sono molto preoccupato”

SPAL, Leonardo Semplici elogia Andrea Petagna: “Penso che si sia meritato di avere l’occasione di giocare in una grande squadra”