in

Napoli, Umberto Chiariello contro le “vedovelle” di Carlo Ancelotti: “Rimpiangerlo… Bah”

Anche Lozano omaggia Ancelotti su Instagram. FOTO

Il giornalista Umberto Chiariello, volto noto di Canale 21, ha commentato su Facebook la reazione dei tifosi napoletani che si sono scatenati sui social dopo le prime due vittorie di Carlo Ancelotti all’Everton. Ecco il testo del post dal titolo “Le vedovelle son tornate”. “Son bastate due vittorie in Premier per ridar fiato a tutti gli adoratori del sor Carletto. Del quale si decanta la mirabile impresa di aver battuto il Liverpool di Klopp, unico al mondo finora. Si contrabbanda la qualificazione come secondo nel girone di Champions League come una grande impresa. E qui non ci posso stare, proprio no. Battere il Salisburgo e il Genk era il minimo sindacale. Sarebbe stato un fallimento il contrario. Ed anzi semmai il paradosso è che la vittoria sul Liverpool è servita solo al pluridecorato allenatore per strappare un contratto sontuoso in Inghilterra”, ha scritto il giornalista.

“Ancelotti non ci ha dato niente se non 3 partite (2 volte col Liverpool e quella di Parigi) semmai ci ha tolto: se restiamo fuori dalla Champions per la prima volta dopo tanti anni è gran parte colpa sua. E se anche la squadra non lo ha seguito, come taluni dicono puntando il dito sui calciatori come i principali colpevoli (e sicuramente hanno colpe gravi, l’ammutinamento in primis), semmai è un capo di accusa nei suoi confronti, non un esimente. Un leader carismatico che non sa farsi seguire dal gruppo non si rivela un buon leader. Diciamo che non era l’uomo giusto al posto giusto e finiamola lì, senza offese per nessuno e senza togliere l’onore a nessuno. Ma rimpiangerlo… Bah”, ha concluso.

Scritto da Emanuele

Radio Kiss Kiss conferma la nostra indiscrezione su Ibra: ''Ci sono delle novità''

Napoli, il sogno di Zlatan Ibrahimovic di giocare al San Paolo svanito con l’addio di Carlo Ancelotti

TUTTOSPORT – “Il re del mondo” è Cristiano Ronaldo, il Napoli non è in prima pagina