in

Napoli, problemi a Castel Volturno: l’hotel è inagibile, si rischia di posticipare gli allenamenti

I giocatori del Napoli potrebbero non radunarsi più il 18 maggio per l’inizio degli allenamenti collettivi. Troppi i problemi logistici alla base di un possibile slittamento delle attività. La ragione principale risiede nel fatto che l’hotel che ospita gli azzurri ha diversi impiegati in cassa integrazione, dunque gli interventi necessari per ottemperare ai protocolli di sicurezza per l’emergenza del Coronavirus hanno subito dei ritardi. Si parla di un ritardo di 3-4 giorni, se non addirittura di una settimana. Il Tulip Hotel, adiacente al centro tecnico, è chiuso già da tempo e sarà necessario effettuare la sanificazione.

Quando si riprenderà, ci saranno comunque 3 droni per riprendere l’allenamento e certificare il rispetto delle regole di distanziamento. Se uno dei calciatori del Napoli risultasse in futuro contagiato, dalle immagini sarà possibile constatare che non avrà preso il virus allenandosi a Castelvolturno. D’altro canto, tutti i medici della Serie A vogliono liberarsi delle responsabilità legate al Coronavirus.

Scritto da Emanuele

Paolo Mazzoleni torna sulla Supercoppa italiana di Pechino:

Napoli, senti Ottavio Bianchi: “Sandro Tonali è un giocatore fenomenale”