in

Napoli, José Callejon è sicuro: “Gennaro Gattuso ha tanta cazzimma!”

Mercato: Callejon in partenza, il Napoli è pronto a salutare lo spagnolo

José Maria Callejon ha rilasciato un’intervista a Sky Sport parlando del momento attuale del Napoli. “È il periodo che è un un po’ storto. Quand’è arrivato Gattuso per 3-4 partite non siamo andati bene, poi abbiamo fatto 3-4 prestazioni buone, poi c’è stato di nuovo il calo. Ma questo è il calcio. Bisogna allenarsi sempre al massimo, essere sempre concentrati e sicuramente così, facendo bene in campo, i risultati arriveranno. È questione di piccoli dettagli, tutte le palle in partita devono essere importanti. Anche la fiducia conta tantissimo quando si giocano tante partite. Contano tutte le piccole cose, piccoli dettagli che alla fine fanno la differenza. Abbiamo vissuto tre anni bellissimi con Sarri, ma non conta più. Ora lui allena un’altra squadra e noi stiamo bene con Gattuso. Il mister ha tanta voglia di far bene, tanta cazzimma. Da giocatore era così, da allenatore lo è il doppio. Ci dà tanto, dobbiamo dargli ascolto perché ha giocato tante partite importanti e ci darà dei consigli. Fabian sa di essere un giocatore molto importante e che sicuramente diventerà un top player, se avrà la testa giusta. Il piccolo consiglio che posso dargli è che deve lavorare ogni giorno. Il calcio è così, un giorno sei in alto e l’altro giochi male e sei in basso. Dovrà ascoltare i suoi allenatori, il campo, l’allenamento e le partite ti danno tutto per andare avanti. Barcellona? Dopo Maradona arriva Messi qui, un altro argentino che porta la ’10’ del Barcellona e dell’Argentina. Sicuramente sarà importante per lui. Noi pensiamo a prepararci bene per questa gara d’andata e proviamo a portare a casa il risultato”.

Scritto da Emanuele

Amadeus parla del Napoli: “Ho un debole per Dries Mertens. Porterei lui e Allan all’Inter”

Calciomercato, ag. Di Lorenzo: ''Può ambire a grandi squadre. Al Napoli troppa confusione tattica''

Napoli, Giovanni Di Lorenzo è contento: “Quando i tifosi ci sono si sentono. Sta a noi ricambiare”