in

Napoli, Alfonso De Nicola lancia l’allarme: “Ci saranno tanti assenti per infortunio”

Alfonso De Nicola, ex medico sociale del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di Marte Sport Live, in merito alla ripresa della Serie A. “Riprendere a giocare è un’assunzione di responsabilità in generale per i medici. Ora sono fuori dal calcio, ma posso dirvi che la responsabilità costa. Vorrei ricordare che il medico di una società è l’unico tesserato senza obbligo contrattuale. La FIGC deve dare quest’obbligo e stabilire le cifre e le norme da rispettare. Le responsabilità sono belle e care, ma servono leggi precisissimi da seguire”.

“La polizza assicurativa? E chi la paga? La società?? No, attualmente non è così. Nel contratto di ogni medico sociale, c’è scritto che si assume la responsabilità, poi però ci sono le assicurazioni: ma chi le paga? Adesso, vedrete, il loro premio aumenterà tantissimo. Ritrovando a pagare improvvisamente prime di 1, 2 o 3 milioni, con le assicurazioni aumenterà tutto. Sarei preoccupato dalle indicazioni del governo? Molto, ma non per me stesso, per tutto il calcio in generale. Un medico sociale, se responsabile, può dire: ‘Allora tu non giochi, tu non giochi…’. A maggiori responsabili, corrispondono maggiori poteri e servirebbero rose da 50 giocatori. Ora chi si azzarderebbe a far giocare chi ha anche solo un raffreddorino? Vedrete che ci saranno tanti assenti per infortunio”.

Scritto da Emanuele

Napoli, Gianni Di Marzio sul rinnovo di Dries Mertens: “Questa storia sembra una telenovela”

Diego Armando Maradona

Napoli, Ottavio Bianchi racconta: “Avevo provato a mettere in guardia Diego Armando Maradona”