in

Mario Sconcerti distrugge Maurizio Sarri: “Penso che la Juventus non sia casa sua, lì non sono spiritosi”

Così come l’anno scorso, la Juventus sarà costretta a recuperare in casa un risultato di svantaggio maturato nella gara d’andata degli ottavi di Champions. Nella passata stagione Cristiano Ronaldo strapazzò l’Atletico Madrid consentendo ai bianconeri di raggiungere i quarti. Quest’anno, però, ci sarà il tanto vituperato Maurizio Sarri a guidare l’eventuale riscossa della “Vecchia Signora”. La posizione dell’ex allenatore del Napoli sembra già in bilico e sta facendo discutere molti addetti ai lavori. “Sarri, i rigori e le battute che diventano autogol”. Mario Sconcerti, sulle pagine del Corriere della Sera, interpreta così le ultime vicende di casa Juventus. “Resto un estimatore di Sarri, ma comincio a pensare che la Juve non sia casa sua. Sono due culture opposte. (…) Sarri ha una forte estrazione popolare, come Allegri, come Lippi, ma quelli sono toscani di mondo, sanno navigare. Sarri no. Quando dice che due rigori come quelli di Lione in Italia li avrebbero dati, non si accorge che sta dicendo la cosa peggiore da ascoltare in cento anni di Juve. La Juve non è spiritosa, non lo è mai stata”.

Scritto da Emanuele

Mercato Napoli, DeLa prepara la rivoluzione: anche Koulibaly nella lista

Calciomercato Napoli, parla l’avvocato di Kalidou Koulibaly: “Aurelio De Laurentiis sarà il primo ad essere motivato per la cessione”

''Il primo giorno di Gennaro Gattuso'', la società pubblica un video sui profili social

Napoli, Enrico Fedele esalta Gennaro Gattuso: “La strada giusta è stata tracciata”