in

L’ex medico del Napoli Alfonso De Nicola sottolinea: “Le parole di Andrea Agnelli sono da interpretare”

Calciomercato: Barcellona-Juve, a gennaio si profila un clamoroso scambio

A Radio Marte, nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete”, è intervenuto nelle ultime ore Alfonso De Nicola, ex medico sociale del Napoli. “Se il medico sociale rischia un reato penale se non comunica i nomi dei positivi? Secondo me la comunicazione va fatta. Bisogna vedere che provvedimento poi prende ma il medico è tenuto a comunicarle, lo deve fare. Non credo che ci sia una negligenza da parte dei medici. Caso Napoli? Non conosco le carte, ma se il club ha avuto scambi con l’ASL e quest’ultima ha detto di non partire, non vedo come avrebbero potuto farlo. Io, senza l’ok dell’ASL, non sarei mai partito”.

Per poter sfruttare le seguenti promozioni è necessario cliccare sul book di riferimento ed effettuare l’iscrizione sui seguenti siti che operano in Italia in totale sicurezza

“Andrea Agnelli ha detto che lui, invece, sarebbe partito? Le sue parole sono forse da interpretare così: probabilmente avrebbero fatto comunque la comunicazione, però sarebbero partiti ugualmente per via dei regolamenti FIGC e CONI. Noi medici dobbiamo solamente dire se è rischioso o no far partire la squadra. Il resto sono fatti loro. Le squadre potrebbero anche rischiare di partire senza medici, ma poi chi se ne assume la responsabilità? Come fai fai, sbagli. Il medico può dire che secondo lui è molto rischioso”.

Scritto da Emanuele

Marchetti (SKY): ''Prima o poi i cicli finiscono. I numeri del Napoli sono impietosi''

Juventus-Napoli, parla Luca Marchetti: “Consiglio di analizzare la vicenda senza la maglietta addosso”

GAZZETTA – La Lazio rischia: le giustificazioni non convincono