in

Coronavirus, altri due tamponi per i calciatori della Juventus positivi al Coronavirus

Video gol Dybala: realizza su punizione. 1-0 Juve

L’isolamento della Juventus è finito, ma non per tutti i giocatori. Ormai sono trascorsi i fatidici 14 giorni dal momento in cui il tampone ha svelato la positività di Daniele Rugani, il primo giocatore della Serie A vittima del Coronavirus. Da allora la vita è cambiata per tutta la  Serie A. La Juventus ha messo in isolamento fiduciario 121 persone tra squadra, staff, dirigenti e dipendenti del club, che adesso potranno riprendersi almeno parzialmente la loro normalità. Tutti tranne Daniele Rugani e gli altri due bianconeri risultati positivi nei giorni successivi: Blaise Matuidi e Paulo Dybala. In caso di negatività, il tampone dovrà essere ripetuto a distanza di 24 ore. Solo a quel punto, se l’assenza del virus verrà confermata, si potrà essere considerati guariti. A distanza di pochi giorni l’uno dall’altro, molti calciatori hanno rivelato la propria positività. Il caso di Daniele Rugani, però, rimane sospetto. Il difensore sarebbe andato in panchina contro l’Inter prima di conoscere l’esito del primo tampone.

Scritto da Emanuele

Calciomercato: Barcellona-Juve, a gennaio si profila un clamoroso scambio

Andrea Agnelli contro Claudio Lotito in assemblea: “Ora sei diventato anche un virologo”

Coronavirus, il Barcellona di Lionel Messi e non solo ridurrà pesantemente gli ingaggi