in

Barcellona-Napoli 3-1: gli azzurri non capitalizzano le occasioni, arriva l’eliminazione

GAZZETTA - Ancelotti rischia l'esonero. Pronto Gennaro Gattuso

A Barcellona azzurri devono segnare almeno un goal e partono con il piglio giusto: Dries Mertens ha un’occasione importante dopo 2 minuti, ma calcia male il pallone regalato da Gerard Piquè. Poco dopo Mario Rui prova a sorprendere Marc-André ter Stegen da centrocampo, ma i blaugrana non si spaventano. Al 10′ il goal del vantaggio dei padroni di casa: Ivan Rakitic scodella in area da calcio d’angolo, Clement Lenglet si libera di Diego Demme e nonostante le evidenti spinte in area il check del VAR convalida la rete. Al 22′, invece, è Lionel Messi tirare fuori il coniglio dal cilindro battendo David Ospina con una conclusione da terra. L’argentino si vede annullare poi il 3-0 per un fallo di mano dubbio, ma ci pensa Luis Suarez ad aumentare il punteggio dal dischetto. Kalidou Koulibaly commette un fallo ingenuo su Lionel Messi e dagli 11 metri il Barça non sbaglia. Il Napoli accorcia le distanze sempre su rigore con Lorenzo Insigne ed è 3-1 all’intervallo.

Nella ripresa il Napoli prova a schiacciare il Barcellona nella sua area e crea qualche occasione, tra cui una volante di Dries Mertens che trova poca fortuna. Sia José Callejon sia Lorenzo Insigne lasciano il campo nel secondo tempo e Gennaro Gattuso passa al 4-2-4, ma cambia poco. I suggerimenti rasoterra nell’area catalana vengono sempre intercettati. All’81’ c’è solo l’illusione del goal del 3-2 con il subentrato Arkadiusz Milik. Nei minuti finali il Barcellona comincia ad accusare la stanchezza, ma quando ha la palla tra i piedi rimane comunque un’impresa riorganizzarsi. Finisce 3-1 al Camp Nou.

Scritto da Emanuele

Barcellona-Napoli 3-1 all’intervallo: Lionel Messi scatenato

Quali sono le squadre che ha rifiutato Gattuso per sposare la causa Napoli?

Gennaro Gattuso al termine di Barcellona-Napoli: “Sono deluso perché mi sono accorto che potevamo fargli male”