SSC Napoli, finale di stagione amaro. Ma De Laurentiis dov’è?

Un finale di stagione caratterizzato da mille polemiche. Sullo sfondo un’assordante assenza. La SSC Napoli non c’è.

Non fraintendeteci. Non è una critica al Presidente o a ciò che ha fatto o non fatto durante il calciomercato. Non è una critica senza se e senza ma. È una considerazione: banalmente una domanda che, dopo il fine settimana di Inter-Juventus e Fiorentina-Napoli, dobbiamo farci (e non siamo certo gli unici a farci).

Più assordante del fischio di Orsato che decreta l’espulsione di Vecino, più assurda della mancata espulsione di Pjanic, c’è la totale assenza della SSC Napoli. Non una parola del Presidente, non una parola dai rappresentanti della dirigenza. Maurizio Sarri e i giocatori lasciati del tutto soli in una battaglia troppo importante per essere dimenticata.

L’Inter ha atteso ben due giorni prima di parlare. Poi l’ha fatto, con forza, per il tramite di Antonello. Parole durissime che, a Napoli, è riuscito a pronunciare soltanto il Sindaco Luigi de Magistris. De Laurentiis non pervenuto. Non una parola, non una pacca sulla spalla ai giocatori, non un ringraziamento ai tifosi. Nulla. De Laurentiis sembra caduto in un oblio: nel momento più delicato della stagione l’impressione, diffusa, è che il patron non ci sia, che la società sia del tutto latitante.

Eppure il momento era delicato: il Napoli era riuscito, grazie alla vittoria contro la Juventus, a rivedere un barlume di speranza nella lotta Scudetto. Nelle due sfide determinanti, però, è successo tutto e il contrario di tutto. L’impatto della vittoria della Juventus contro l’Inter è stato dirompente, molto di più di quanto non lo sia stata la vittoria del Napoli ai danni della Juve a Torino.

In 15 giorni di cose ne sono successe e tutte sono state caratterizzate da una costante: la totale assenza della società.

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Calciomercato Napoli, rivoluzione nella prossima stagione?

Il Napoli è Campione d’Italia: i tifosi partenopei gioiscano