in

Si va verso un duro faccia a faccia: impossibile escludere qualsiasi scenario

A nulla è servita la bufera-ADL, ora la squadra si trova di fronte alla realtà. Ancelotti resta in bilico

Ancelotti e la squadra. Dopo che direttamente dal San Paolo sono rimbalzate le voci riguardo la giornata di riposo annullata, domani tecnico e calciatori si riuniranno presso il centro allenamenti di Castel Volturno. Obiettivo: guardarsi negli occhi e cercare di capire se ci sono le possibilità per ripartire una volta insieme. Già, ripartire, come se non fosse bastato tutto il polverone alzato da ADL nelle scorse settimane.

Dall’illusione di Anfield al crollo del San Paolo

Con il summit di Castel Volturno andato in scena lo scorso venerdì infatti, molti pensavano che il peggio fosse passato. Alle spalle c’era un ottimo pareggio raccolto sul campo del Liverpool, ad Anfield, contro quella che forse è la squadra più forte del mondo. Tutto lasciava pensare ad un percorso di crescita che doveva partire con una vittoria a partire da oggi.

Quello che forse incide di più, al momento, è l’assenza di un gruppo coeso. O meglio, di un gruppo sereno. La sovrapposizione delle questioni legate a multe, rinnovi e risultati mancati fanno un unico indizio: serve un segnale forte.

I possibili scenari

Quali sono i possibili scenari ? Al momento nulla può essere escluso: Carlo Ancelotti deve confrontarsi con la squadra già dalle prime ore di domani mattina. Qualora non dovessero sussistere le condizioni per proseguire insieme, nessuna ipotesi può essere esclusa.

Anche una risoluzione consensuale tra l’allenatore e ADL potrebbe rientrare in orbita qualora domani mattina la squadra dovesse alzare bandiera bianca.

Dovevamo ricostruire la strada verso il paradiso, stiamo prolungando quella verso l’inferno

giorno-riposo-annullato-napoli-01-12-2019

RADIO MARTE – Annullato il giorno di riposo. Domani la squadra si allenerà

Corriere dello Sport - Insigne fa il capitano e nello spogliatoio alza la voce

Corriere dello Sport – Insigne fa il capitano e nello spogliatoio alza la voce