in

Maurizio Sarri ricorda: “Sono stato fischiato a Napoli dove sono nato e ho dato tutto”

Ultimissime calciomercato: Kulusevski resta al Parma, Sarri vuole Emerson

Maurizio Sarri ha parlato anche di Napoli nella sua ultima intervista a Juventus Tv.

Primo anno alla Juventus? Due cose mi hanno colpito. Noi siamo circondati da amore in qualsiasi posto di Italia ma anche da odio. Questa è una cosa che capisci solo quando vivi la Juve. Noi siamo quelli sempre favoriti dagli arbitri, poi guardi i numeri e capisci che vanno in un’altra direzione. Personalmente sono stato fischiato a Napoli dove sono nato e ho dato tutto, se non ho vinto è perché sono scarso, ma io ho dato tutto quello che avevo. A Torino i tifosi della Fiorentina hanno fatto cori insultando mia madre e questo ti fa capire quanto odio c’è nei confronti di questa squadra. Quando vedi l’odio esterno ti attacchi all’interno e ti innamori della realtà. Se diventi gobbo lo diventi anche perché sei sempre attaccato dall’esterno. Va detto anche che in qualsiasi parte d’Italia abbiamo grandissimo affetto”.

Scritto da Emanuele

Il Dortmund fa la spesa in casa Juve: arriva l'offerta di 30 milioni per due giocatori

Marco Materazzi punzecchia la Juventus: “Se vincono la Champions così non vale”

SKY - Parla Giuntoli:'' Siamo concentrati. Tempistiche delle poste? Meglio cosi''

Napoli, l’agente di Manolo Gabbiadini rivela: “Cristiano Giuntoli mi ha chiesto come stesse”