in

Calciomercato Napoli, parla il ds del Parma: “Sebastiano Luperto piace a me e alla società”

SKY - Luperto verso il rinnovo. Pronto il contratto fino al 2024

Daniele Faggiano, ds del Parma, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. “Prosecuzione dei contratti e prestiti in scadenza? Non dovrebbe farla a me questa domanda, o dovrebbe rispondere Umberto Calcagno, è una questione semplice ma in Italia riusciremo a complicarcela! Il campionato deve finire, c’è stata la Pandemia e non è colpa dei prestiti, o mia, o di nessuno! La stagione proseguirà fino al 30 agosto e quella è, finito! La stagione non è più fino al 30 giugno ma fino al 30 agosto! Se ne parla troppo, qualcuno deve fare un documento dove asserisce che la stagione è prolungata fino al 30 di agosto. Se le retrocessioni o lo Scudetto o le qualificazioni si stabiliscono quando finisce il campionato, purtroppo c’è questa Pandemia che è ancora in corso. I tesserati devono rimanere tesserati fino alla fine del campionato”

“Mancano 12 partite, non certo i presidenti dei club hanno deciso di staccare tra due mesi, e nemmeno i calciatori se lo sono cercati. Io non ho calciatori svincolati, ho qualche prestito, ma io sono un po’ più tranquillo, se non dovessimo darmi Kulusevski allora c’è qualcosa di malato. Ci dovrebbe essere una regola scritta. Anche i giocatori hanno buon senso, anche Callejon o altri hanno voglia di continuare. Il campionato per me deve finire quando la Federazione dice che è terminato. Giuntoli? Mi sento sempre con lui, mi sento con tutti. Luperto a Parma? Posso dire che è un giocatore che piace sia a me, che al mister che della società. Noi l’abbiamo sempre cercato ma il Napoli non l’ha voluto mai dare, mai dire mai. Lozano? Non si discute, io prenderei tutti i giocatori del Napoli”.

Scritto da Emanuele

Diego Demme

Napoli: la ripartenza passa attraverso Diego Demme, il metodista dai piedi buoni

Biglietti Udinese-Napoli: prezzi, informazioni e modalità di vendita

Napoli, parla l’assessore allo sport: “Non possiamo negare un ambiente aperto ai tifosi”