Napoli 2013/2014: È Ufficiale. Mazzarri Non Sarà l’Allenatore degli Azzurri

Terminato il campionato Mazzarri fa outing ai microfoni di Sky Sport. “Non sono più l’allenatore del Napoli”. Queste le parole sibilline che hanno sciolto definitivamente e con estrema chiarezza tutti i dubbi dei napoletani.

De-Laurentiis 1“Resterò fermo o vedrò”. Questione di stimoli. Necessità di cambiare, voglia di trovare nuovi stimoli, nuove sollecitazioni. “Lo dice anche Capello, in Italia più di quattro o cinque anni con lo stesso gruppo non è opportuno”. Il ciclo si chiude. Dopo quattro anni di gestione Mazzarri, il Napoli dovrà ripartire. Ricominciare proprio dal punto in cui il Napoli del tecnico di San Vincenzo è arrivato.

“Ringrazio De Laurentiis e Bigon”. C’è stata qualche divergenza con la società, ma sempre nell’ottica della dialettica civile tra le parti. Mazzarri ha sempre nutrito profondo rispetto per il Napoli e per la società azzurra. Ma adesso è libero. Libero di parlare, di valutare il futuro. In Italia oppure all’estero. “Da domani valuterò tutte le alternative per il mio futuro”. Se ci saranno proposte saranno valutate. Altrimenti riposo. Si stacca la spina.

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Pescara-Fiorentina 1-5: Ljajic (16′-24′-59′), Fernandez, Jovetic, Vittiglio (Video Gol)

Inter-Udinese 2-5: Pinzi, Domizzi, Juan Jesus, Di Natale, Gabriel Silva, Muriel, Rocchi (Video Gol)