Milan, il futuro di Allegri e quell’amore mai sbocciato con Berlusconi

Contestazione Silvio Berlusconi

Allegri allenatore milanNon sono ore tranquille quelle che stanno vivendo i vertici rossoneri, e nemmeno il sonoro 4-2 rifilato al Catania nel posticipo di Domenica sera è servito a placare le acque.

A tenere banco a Via Turati, come accade spesso negli ultimi tempi, è la famosa “faida” Berlusconi-Allegri, storia di un amore mai sbocciato che ora, dopo tre anni di incomprensioni, è sempre di più sulla via del tramonto.

Alla base della disputa tra i due, senz’altro, il diverso modo di porsi di fronte alle telecamere o ai media in generale: il presidente rossonero in più di un’occasione ha manifestato la sua avversità nei confronti del tecnico in tv o su un palco, mentre il mister toscano ha sempre lasciato scorrere tutto.

La poca affinità caratteriale ha contribuito notevolmente alla rottura del rapporto, ed è solo grazie all’insistenza di un esperto come Galliani che Allegri è ancora oggi sulla panchina rossonera. A fine stagione, però, Berlusconi ha le idee chiare, e ha già deciso di affidare la guida tecnica della squadra ad un altro traghettatore, magari ex milanista come Seedorf o Van Basten.

L’ex allenatore del Cagliari, dal canto suo, piace molto a Roma, Napoli e Fiorentina, anche se i giallorossi sono in netto vantaggio sulle altre due concorrenti.

Leggi anche –>Notizie Milan: Arriva Uno tra Van Basten, Seedorf e Rijkaard se Allegri va Via?

Leggi anche –> Milan, Berlusconi: Scarica Allegri e Arriva Donadoni?

Catanzaro-Avellino, ultime notizie e probabili formazioni

Calciomercato Inter, l’erede di Zanetti sarà Peruzzi