Infortunio Zuniga, Dott. Mariani: Il giocatore tornerà non prima di 45 giorni

Sembra non trovare pace la situazione di Camilo Zuniga a Napoli. Dopo le insistenti voci di mercato che lo hanno riguardato e il susseguente e tanto atteso rinnovo, il giocatore ha dovuto fare i conti con un fastidioso infortunio. La situazione sembrava, però, sotto controllo visto che, secondo quanto riferito dalla società, il rientro sarebbe dovuto essere entro i primi giorni di Dicembre, a causa dell’intervento al quale si era sottoposto il calciatore prima della sosta per le Nazionali.

Il professor Pier Paolo Mariani, intervistato nel corso della trasmissione Si gonfia la rete a Radio Crc, ha invece spiegato meglio la situazione, chiarendo quali sono le reali condizioni fisiche del giocatore colombiano: “Zuniga è tornato a NapoliIl ragazzo pativa i postumi di un infortunio patito sette o otto anni fa, la situazione è un po’ più complicata. Il calciatore ha subito una meniscectomia e non è di certo cosa da poco. Ho promesso al Napoli di cercare di portare Zuniga nelle condizioni dello scorso anno. Il colombiano ha subito traumi al ginocchio per le molte partite giocate e nel corso delle traversate tra Napoli e la Colombia. Adesso mi confronto con De Nicola, ma più in là visiterò il calciatore”.

benitez

Infine, la domanda cruciale sul recupero del calciatore che, a questo punto, sembra essere molto più lungo di qualche settimana: “Recupero? Ci vorranno tra i 30 ed i 45 giorni per restituirlo all’area tecnica, poi quando potrà tornare a giocare non sta a me stabilirlo“. Tirando le somme, il rientro di Zuniga dovrebbe essere previsto per il nuovo anno sperando, però, che sia un ritorno definitivo, senza ulteriori problemi.

Leggi anche –> Napoli-Torino: arbitra De Marco

Leggi anche –> Napoli-Torino: i dubbi di Ventura

Leggi anche –> Vicenda D’Ambrosio, Bigon: “Non tutte le società sono corrette come noi”

Scritto da Giuseppe Ciliberti

Ingegnere Elettrico, classe 1987, con una grande passione per la matematica, la scrittura e, naturalmente, lo sport. Pur avendo praticato il volley sin da piccolo, il calcio rappresenta il mio vero e proprio "amore". Il desiderio di scrivere e di condividere le emozioni trasmesse da quella che è per me più di una semplice attività sportiva, mi hanno portato ad intraprendere questa nuova ed affascinante esperienza.

Napoli-Torino: i precedenti della sfida tra azzurri e granata

messi barcellona

Lo sciopero del calcio contro la tassa sui ricchi e lo schiaffo alla povertà