Calciopoli, Moggi Ricorso contro la Radiazione respinto dal Tar del Lazio

Luciano Moggi perde un ulteriore battaglia nella sua infinita guerra contro “Calciopoli”, nella quale si è sempre proclamato innocente e vittima del sistema. Infatti, è stato respinto, dal TAR del Lazio, l’ulteriore ricorso contro la radiazione inflittagli nel 2012 dall’Alta Corte del CONI, che a sua volta confermava la sanzione espressa dalla Corte di Giustizia.

L’ennesima sconfitta processuale, quindi, per l’ex direttore generale della Juventus, che segue il rigetto effettuato dalla Suprema Corte di Cassazione del ricorso straordinario presentato dallo stesso contro la sentenza definitiva su Calciopoli emessa dagli ermellini il 23 marzo 2015. Moggi contestava la condanna al risarcimento nei confronti di varie squadre, della Figc e del ministero delle Finanze danneggiati dall’alterazione del campionato 2004-2005 dalla cosiddetta “cupola Moggi”.

La sentenza del 23 marzo, condannava Moggi al risarcimento danni da stabilirsi per il quantum in sede civile. Conseguentemente, a seguito dell’azione civile (già attivata dall’Atalanta per 181 milioni di euro, cui seguiranno anche altre), Moggi sarà costretto a risarcire tutti i danni causati a seguito delle alterazioni effettuate nel campionato 2004/05.

Inoltre, sempre il Tar del Lazio ha respinto il ricorso della Juventus(ritenendosi incompetente, in quanto già pronunciatosi il collegio arbitrale) che chiedeva un maxi risarcimento di 443 milioni di euro per il danno subito a seguito della revoca dello scudetto 2006 e conseguente retrocessione.

Si chiude quindi un altro capitolo(con l’ennesima sconfitta dell’ormai “Big” Luciano) di una delle vicende più tristi del calcio italiano, sperando che non debba più parlarsene in futuro e che, forse, almeno una volta la Giustizia ha trionfato!

LEGGI ANCHE:

Salernitana-Entella, Diretta Tv e Streaming Gratis

Vicenza-Napoli 1-2: Risultato Finale e Tabellino (Primavera)