È ai microfoni di Tiki Taka che va in scena lo scontro “apocalittico” tra Zeman e Mughini. L’esordio è del noto tifoso bianconero: “Zeman è un maestro di calcio ma mi dispiace che ce l’abbia con la Juventus. È un maestro che non augurerei alla Juventus perché sono note le sue vittorie ma numerose le sue sconfitte.”

Zeman non ci sta: “Io ero tifoso della Juventus, io dormivo con la maglia della Juventus. Se voi non riuscite a distinguere tra le persone che hanno fatto bene e hanno fatto male … non è importante che quelle persone erano alla Juventus. Ci sono persone che hanno fatto male al calcio in generale, e a quello italiano di più.”

Mughini prova a difendere l’indifendibile, Moggi compreso. Zeman chiude: “Quindi Calciopoli e i farmaci non esistono?”