Dopo la sconfitta di ieri patita contro il Siena da parte dell’undici di Gianpiero Gasperini, la situazione del Palermo in zona salvezza si fa sempre più complessa, visto che i punti da colmare per raggiungere il quart’ultimo posto sono sempre 5 ma la squadra sembra non reagire più.

palermo

La partita di ieri è stata una importante debacle, non tanto per il risultato, quanto per l’importanza dei 3 punti in palio, che mette la formazione di Iachini in pole position per la salvezza assieme al Genoa.

In casa Palermo ormai regna lo sconforto, in particolare tra i tifosi, fermatisi ieri al termine della gara a contestare la dirigenza e in particolare il patron Zamparini, reo di aver creato una squadra senza né capo né coda, e soprattutto senza garantire una guida tecnica sicura per tutta la stagione.

In una intervista il presidente ha dichiarato: “la situazione, come potete ben immaginare è estremamente compromessa, si può dire già che siamo retrocessi in Serie B dopo la sconfitta col Siena, poiché servirebbe solo un miracolo -continua l’ex presidente del Venezia- ma questa squadra non ha uomini ma solo pappemolli”.

Perciò pare ormai fatta per l’esonero di Gasperini, il secondo in questa stagione per lui, e potrebbe rientrare Sannino, che almeno dovrebbe cercare di garantire un finale di campionato dignitoso, magari mettendo in mostra quelli che potrebbero essere uomini adatti anche per la serie cadetta, oltre  a qualche giovane talento interessante.