Giovedi di coppa amaro per il Napoli che soccombe allo Stade de Suisse per 2 a 0 contro gli svizzeri dello Young Boys. La squadra di Benitez apparsa svogliata e senza idee, sfiora più volte il vantaggio nel primo tempo con Mertens e De Guzman. Nella seconda frazione di gioco, la solita disattenzione difensiva porta gli svizzeri in vantaggio e la gara inevitabilmente si mette in salita.

L’aspetto più preoccupante che hanno mostrato gli azzurri, è la mancanza di cattiveria agonistica e la mentalità vincente di una sqaudra che sul piano tecnico era nettamente superiore. Dopo il pareggio con l’Inter per il modo in cui era avvenuto, ci si aspettava una squadra arrabbiata e vogliosa di un immediato riscatto. Invece con questa sconfitta la situazione nel girone I si complica maledettamente. Si perchè lo Sparta Praga vincendo con lo Slovan si è portato a 6 punti insieme al Napoli ello stesso Young Boys. Nel prossimo turno sarà fondamentale vincere per ottenere la qualificazione ai sedicisemi di Europa League.

VOTI E PAGELLE DI YOUNG BOYS – NAPOLI:

Rafael 6: Nessun intervento degno di nota, ma questa volta appare finalmente più sicuro nelle uscite. Nulla può sui due gol della squadra svizzera.

Ghoulam 5.5: Dov’è finito lo stantuffo della passata stagione? Da uno come lui ci si aspetta sempre qualcosa in più. Meglio ed in ripresa rispetto alle gare precedenti, sfiora il gol su calcio piazziato con una gran punizione.

Albiol 4.5: E’ in crisi irreversibile il difensore spagnolo. Non imposta più l’azione dalle retrovie come una volta e spesso va in difficoltà in fase difensiva. L’errore sul secondo gol svizzero è l’emblema del suo momento negativo.

Henrique 5: Per la prima volta impegnato nel suo ruolo naturale di difensore centrale, se la cava anche abbastanza bene. Fino a quando sul primo gol degli svizzeri appare nettamente in ritardo sul gol di Hoarau. Rimandato.

Maggio 5.5: Solita partita di corsa e impegno sull’out destro. Si propone spesso al cross soprattutto nella seconda frazione di gioco.

Inler 5.5: Il più contestato contro l’Inter questa sera è tra i meno colpevoli. Svolge il suo compitino senza macchia e senza lode. Non riesce mai a prendere le redini del centrocampo.

Jorgihno 5: Il ragazzo ha subito un’involuzione complice un ruolo che proprio non gli si addice. Poco lucido, falloso, non è più il calciatore ammirato a Verona. Non incide mai sulla gara. Dal 75′ Callejon 6:  A testimonianza del suo feeling con la porta, lo spagnolo entra in campo e va in gol, ma è in fuorigioco. Un peccato tenerlo fuori e non farlo entrare prima.

De Guzman 5: Anche per lui stesso discorso di Jorgihno. L’olandese è fuori ruolo e non riesce ad esprimersi in quella posizione. Al suo attivo un tiro nel primo tempo respinto dal portiere svizzero Mvogo. Ma è tutto lì. Dal 82′ Higuain sv : Benitez lo fa entrare troppo tardi, ed il calciatore non può incidere sulla gara.

Michu 4.5: Lento, impreciso e svogliato. Sbaglia anche gli appoggi più semplici. Si ha l’impressione che la coppia d’attacco formata con Zapata sia mal assortita. Sostituzione nel secondo tempo che sa di bocciatura. dal 61′ Hamsik 5.5: Meglio di Michu in quella posizione, si procura un rigore che l’arbitro non gli concede.

Mertens 6: Il migliore dei azzurri, e l’ultimo ad arrendersi. Sfiora il gol nel primo tempo in varie occasioni, anche dalla disatanza. Quando cala il folletto belga si spegne anche il Napoli.

Zapata 5: Sgomita e lotta anche per la sua stazza fisica, ma è troppo evanescente ed egoista in qualche occasione. Impensabile ritenerlo il degno sostituto di Gonzalo Higuain.

Benitez 4.5: Errori che portano il suo marchio sulla gara. Turn over massiccio che non paga, anzi confonde la squadra. Peccato interrompere la striscia positiva e far perdere sicurezza agli azzurri. Non trasmette la “cazzimma” e la giusta mentalità ai suoi ragazzi.

Leggi anche: