Wolfsburg-Napoli 1-4, i migliori e i peggiori: Hamsik e Higuain top

Che l’Europa League sia diventato l’obiettivo principale della stagione lo si è ormai intuito e la partita di questa sera ne è la prova tangibile. L’undici azzurro, chiamato alla delicatissima trasferta di Wolfsburg, affonda la corazzata tedesca con un roboante 1-4 dopo una partita giocata a livelli tecnici e agonistici altissimi.

Squadra di assoluto valore il Wolfsburg, che sta vivendo una stagione memorabile in Bundesliga e si presenta alla sfida europea forte di una sola sconfitta nelle ultime 23 gare. Una partita tra due serie pretendenti alla coppa, addirittura una finale anticipata secondo alcuni.

Proprio nel momento più delicato, gli azzurri ritrovano l’unità del gruppo e la determinazione necessaria che aveva già dato i suoi frutti contro la Fiorentina. La partita si mette subito in discesa dopo la rete di Higuain (che si aiuta con un braccio per controllare il pallone) e con il raddoppio di Hamsik su assist dello stesso Higuain. Nel secondo tempo i tedeschi si scoprono ed esaltano le doti offensive del Napoli che trova la terza rete ancora con Hamsik e chiude i giochi con Gabbiadini, che colpirà anche una traversa in seguito. A poco serve la rete di Bendtner per i padroni di casa nel finale. Fra una settimana si torna al San Paolo, forti di un risultato che potrebbe (fatti i debiti scongiuri) costituire una seria ipoteca sulla semifinale.

Difficile individuare i migliori in una partita in cui tutta la squadra, nessuno escluso, si è espressa ad altissimi livelli; impossibile dunque individuare dei “flop” nella partita di questa sera.

TOP:

MAREK HAMSIK: si rivede il Marekiaro che i tifosi del Napoli conoscono. Doppietta e prestazione di altissima qualità per il capitano, che appare un giocatore finalmente ritrovato mentalmente e tatticamente. La riscossa del Napoli parte dai suoi 3 gol nelle ultime due gare: decisamente il migliore in campo questa sera!

GONZALO HIGUAIN: torna finalmente al gol con una rete da bomber di razza. Poco importa il fatto che si sia aiutato con un braccio per controllare il lancio di Mertens: dopo la rete segnata e non convalidata nell’ultima partita, il pipita godeva di un credito nei confronti della fortuna arbitrale. Serve l’assist adHamsik per la seconda rete, detta alla perfezione i tempi di gioco con passaggi illuminanti che lo rendono un giocatore indispensabile per la squadra quando si esprime al massimo delle sue capacità. Si fa ipnotizzare da Benaglio nel secondo tempo, posticipando la rete per sigillare il match, ma la sua prestazione resta comunque da incorniciare.

MARIANO ANDUJAR: dimostra partita dopo partita di meritare il posto da titolare. Nessuna responsabilità sui gol subiti e tanta sicurezza in più ai compagni di reparto, che sembrano giocare con più serenità da quando l’argentino ha scalzato Rafael nelle gerarchie di Benitez. Strepitoso nel finale di primo tempo, quando devia sulla traversa un tiro dalla distanza di Schurrle e nel secondo tempo per il riflesso felino sulla deviazione a rete di Guilavogui.

CHRISTIAN MAGGIO: decisivo in diverse situazioni, gioca una partita attenta e precisa con alcune ottime chiusure sui pericolosi esterni tedeschi. Le ultime prestazioni di Christian dovrebbero far riflettere la società sul suo contratto in scadenza: forse il suo tempo da titolare è finito se l’ambizione è quella di fare il salto di qualità, ma è possibile trovare un giocatore migliore e con la sua esperienza da utilizzare nel turnover sulla fascia?

WOLFSBURG-NAPOLI: TUTTE LE NOTIZIE