Video Scontri tifosi Marsiglia-Napoli, venti feriti e sette arresti

marsiglia-napoli
2 Flares 2 Flares ×

Il Napoli ha vinto in campo contro il Marsiglia, ma prima e dopo la partita ci sono stati pesanti scontri tra le due tifoserie. In particolare tutto è iniziato circa due settimane fa quando i supporter francesi hanno diffuso magliette e adesivi contro i napoletani: una rivalità che nasce da lontano poiché i marsigliesi sono gemellati con i sampdoriani, mentre i napoletani con i genoani.

Ieri sera però c’è stato il clou. Prima dell’inizio della contesa calcistica c’è stata una vera e propria sassaiola orchestrata dai tifosi di casa all’arrivo di autobus pieno di tifosi napoletani. E un altro contatto c’è stato nel corso dell’intervallo quando si è verificato un fitto lancio di fumogeni tra il settore occupato dai napoletani e la Curva che ospita i padroni di casa. Ma tutto questo ha solo incendiato gli animi dei presenti perché alla fine della partita c’è stata una vera e propria guerriglia.

 sconbtri marsiglia-napoli

Violenti gli scontri tra le due tifoserie che si sono verificati nei pressi di Parc Chanot. Il primo bilancio diffuso dalle forze dell’orsine, prontamente accorse per sedare gli animi esagitati, parla di circa venti tifosi feriti tra le due fazioni, ed un napoletano pare in condizioni gravi per una botta alla testa. Inoltre sarebbero pure stati arrestati sette facinorosi: tutti di nazionalità francese.

 ECCO IL VIDEO DEGLI SCONTRI TRA TIFOSI DEL MARSIGLIA E DEL NAPOLI

Leggi anche — > Marsiglia-Napoli 1-2 Video Gol, Highlights e Sintesi (Callejon, Zapata, Ayew)

Leggi anche — > Pietre contro bus tifosi Napoli a Marsiglia: foto di Carlo Alvino su Twitter

© Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.calciomercato.napoli.it

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".