VIDEO – I 40 anni di Salvatore Soviero, il portiere più pazzo d’Italia

Salvatore Soviero compie 40 anni. Il portiere originario di Palma Campania festeggia un traguardo importante della sua vita, notevole come la carriera che ha alle spalle. Dopo gli esordi in Interregionale poco meno che maggiorenne con la maglia dell’Acerrana, passa in C1 indossando le maglie di Nola, Perugia e Carpi, prima di andare a vincere il campionato di C2 con la maglia della Fermana. Dopo l’esperienza nelle Marche, il portiere nolano torna in Campania con la maglia biancoverde dell‘Avellino prima di conquistare la B con la maglia del Cosenza.

In cadetteria Soviero ha difeso poi le porte di Genoa, Salernitana e Venezia prima di vedersi spalancate le porte della Serie A con la Reggina di Walter Mazzarri. Torna poi in B, stavolta a Crotone, prima di avviarsi verso la fine della carriera nei campionati dilettanti con le maglie di Scafatese e Città di Castello, ultime squadre prima della gloriosa chiusura a Castellammare di Stabia dove con la sua Juve Stabia centra la promozione in C1. Soviero attualmente è un allenatore, ha lavorato con Palmese e Città di Castello in Eccellenza e dallo scorso febbraio guida il Real Volla, squadra di promozione.

Salvatore Soviero

Più che per le sue parate, il portiere è famoso per le sue bizze in campo. Nel 1996, quando giocava nella Fermana, stava per scagliarsi violentemente contro l’allenatore del Giulianova, ma solo un tempestivo intervento di un suo dirigente (tra l’altro scaraventato a terra da Soviero) riuscì ad evitare il peggio. Nel 2004, quando indossava la maglia del Venezia, durante un incontro contro il Messina si scagliò contro l’arbitro Palanca e tutta la panchina siciliana in preda ad un raptus di follia in seguito ad alcune decisioni arbitrali che, a detta di Soviero, non erano affatto imparziali: si beccò 5 mesi di squalifica. La pazzia per eccellenza si verificò però nel campionato di B 1999, quando Soviero insultò pesantemente un guardalinee per più di un minuto, colpevole di aver concesso un calcio d’angolo che a suo parere era inesistente. Oggi però, da quando veste i panni dell’allenatore, Soviero sembra aver messo la testa a posto. Sarà l’esperienza, saranno i 40 anni: tanti auguri Salvatore!

Il Video con una delle sue più famose “follie”: