E’ passato un anno, era il 2015, dalla famosa testata di Britos a Morata. Anche quello era un Juve-Napoli e valeva soprattutto per gli azzurri per conquistare un posto in Champions League. Era il Napoli di Benitez completamente diverso da quello allenato attualmente da Sarri con un gioco non certo spumeggiante e in forte crisi di identità. A Torino contro la Juventus quel Napoli ci ha perso, anche se la Juventus era ormai sicura del quarto Scudetto consecutivo, e verso fine partita rimarrà indelebile la testata riservata da Britos a Morata. Un colpo che ancora i tifosi azzurri ricordano oggi e che molti prendono ad esempio per la grinta dimostrata sperando che anche sabato sera gli azzurri di oggi mettano in campo la stessa cattiveria agonistica: evitando magari l’espulsione.

JUVENTUS-NAPOLI: TUTTE LE NOTIZIE