A cinque giorni dal gran derby del ‘Partenio‘ prende la parola il portiere della Nocerina Alfonso De Lucia, uno dei giocatori più rappresentativi dei Molossi di Gaetano Auteri: “La vittoria ottenuta con il Pisa – dice l’ex estremo difensore del Livorno – ci consente di andare ad Avellino al top della condizione. Dopo quella partita mancheranno cinque giornate alla fine della stagione regolare per cui è normale che contro gli Irpini ci giochiamo quasi tutto in chiave di promozione diretta. Siamo pronti per questa sfida affascinante”.

De Lucia, campano di Nola, conosce bene la rivalità che c’è tra l’Avellino e la Nocerina: “In effetti è un derby molto sentito – afferma – e a Nocera c’è grande attesa. In questi primi giorni della settimana i nostri tifosi hanno esaurito tutti i biglietti del settore ospiti e vengono a vedere i nostri allenamenti in cento, duecento sfidando la pioggia. L’attesa è davvero spasmodica”.

La Nocerina è in netta risalita dopo un avvio di stagione sofferto. De Lucia è arrivato a Gennaio e ha trovato l’ambiente giusto nonostante si trovi in Prima Divisione dopo tanti anni vissuti in serie A e B: “Non mi sento affatto un declassato. Quando scendo in campo non guardo alla categoria. Ora sono e mi sento un giocatore di Lega Pro e non penso al passato. C’è solo da lottare per la Nocerina”.

De Lucia non giocava al Sud da una dieci anni, quando militava nella Salernitana: “Il calcio da queste parti è vissuto ancora in maniera viscerale. E’ passione allo stato puro. E’ bellissimo. E vedrete che bella partita sarà lunedì ad Avellino. Il ‘Partenio’ sarà esaurito e sarà un bello spettacolo con due squadre che intendono superarsi per avvicinare la serie B anche se c’è pure il terzo incomodo, il Latina”.