Verona-Napoli 2-0, Benitez: “Non riusciamo ad avere sempre la stessa intensità”

È una fatal Verona per gli azzurri che pagano a caro prezzo il black out nei primi 15 minuti del match. Ancora una volta approccio sbagliato alla gara per il Napoli, che subisce la terza sconfitta consecutiva in trasferta. Ora anche il terzo posto insidiato da Lazio e Fiorentina diventa un obiettivo difficile da raggiungere, se la squadra azzurra dovesse continuare con questo trend di risultati negativi. Una sconfitta che brucia questa di Verona, soprattutto per il modo in cui è arrivata.

Sotto accusa l’allenatore Rafa Benitez per alcune scelte di formazione, e per non aver dato alla squadra le motivazioni giuste per affronatare questa sfida. Allo stadio Bentegodi campo tradizionalmente ostico, forse andava schierata la migliore formazione possibile. Ed invece il tecnico spagnolo ha deciso di conservarsi i titolarissimi per l’impegno di Europa League contro la Dinamo Mosca.

Il tecnico spagnolo intervistato in conferenza stampa, commenta così la gara persa contro gli scaligeri: “Peggiore partita da quando alleno il Napoli? Si può dire che non abbiamo iniziato bene, ed abbiamo pagato questo nel secondo tempo. Nel secondo tempo abbiamo commesso un solo errore ed abbiamo pagato per questo. Questa è una squadra che lo scorso anno ha fatto il record di vittorie in trasferta, dieci, quest’anno dopo la vittoria sul campo della Lazio siamo andati in difficoltà, mi sarei aspettato un comportamento diverso nelle gare in trasferta”.

Un giornalista gli chiede come mai la squadra azzurra soffra di questi cali di tensione: “Abbiamo fatto tre buone gare con Lazio, Inter e Dinamo. Evidentemente non siamo capaci di mantenere sempre lo stesso livello di intensità. Sotto di due reti ho provato a cambiare qualcosa, abbiamo creato qualcosa ma il gol non è arrivato”.

Leggi anche:

Hellas Verona-Napoli 2-0, Cronaca e Tabellino

cagliari-napoli-auriemma

Auriemma contro Benitez dopo Verona-Napoli 2-0