Archiviata la disfatta di Palermo, Trabzonspor-Napoli diventa, per il Re di Coppe Rafa Benitez, un’autentica passerella. Il tecnico spagnolo, al termine della gara appare disteso e sereno. Il 4-0 in trasferta significa praticamente qualificazione acquisita e il cuscino, stavolta, servirà soltanto a riposare. Del resto con lo stato di forma strepitoso degli azzurri, dormire sogni tranquilli sarebbe facile per tutti.

Da sottolineare la grande prestazione di Manolo Gabbiadini che si impone, partita dopo partita, come elemento imprescindibile della squadra. Benitez dovrà pensarci più di una volta prima di tenerlo in panca e le stesse difficoltà dovrà patirle il Ct della Nazionale Antonio Conte. Intanto, però, per Benitez la classe di Gabbiadini non è affatto una novità: “Sapevo che Gabbiadini era forte. È stato acquistato per il presente ed il futuro del Napoli.”

Qualche rimpianto per la sconfitta di Palermo c’è: la prova non è stata all’altezza di una squadra matura. “Abbiamo perso a Palermo perché non siamo maturi per vincere tutte le partite. È questione di abituarsi alla vittoria. Dobbiamo ancora crescere.” Queste le parole del tecnico che, in riferimento alla questione Coppe, aggiunge: “In Coppa, rispetto al campionato, è tutto diverso.”

TUTTE LE NOTIZIE SU TRABZONSPOR-NAPOLI