Torino-Napoli, Insigne infortunato non gioca?

Torino-Napoli, rischia ancora Insigne in vista della prossima trasferta degli azzurri, ancora causa infortunio.

Il Napoli di Maurizio Sarri non riesce più a vincere, ma soprattutto a convincere. Contro la Fiorentina è arrivato un pareggio amaro, simile ad una sconfitta, che ha spento la possibilità di riportarsi in testa alla classifica di Serie A. Alle assenze di Ghoulam e Milik si è aggiunta quella di Insigne che ha praticamente smontato la solida e produttiva corsia di sinistra, espressione massima del gioco sarriano. Sabato alle 18.00 c’è Torino-Napoli e il folletto di Frattamaggiore potrebbe non giocare poiché ancora infortunato.

Dieci giorni da cancellare per il Napoli: prima la sconfitta contro la Juve, poi l’eliminazione dalla Champions, infine la torbida prestazione contro la Fiorentina. La squadra di Sarri non sa più come si vince, e soprattutto come si segna. Insigne, infortunato, manca tremendamente. Mertens non ricorda più che emozione porti segnare un gol, Callejon è totalmente eclissato e poco innescato dai compagni. Da analizzare, poi, la posizione di Zielinski a ricoprire ruoli non suoi. Le esclusioni di Ounas fanno rumore, ma Sarri predica calma e trova miglioramenti. All’Olimpico, contro il Torino, più che calma serve un miracolo per ritrovare Lorenzo Insigne dal primo minuto.

Insigne infortunato: quando rientra?

C’è trasparenza dietro all’infortunio rimediato da Insigne. Ciò che è sicuro è che non si tratta di un semplice affaticamento che, di routine, verrebbe smaltito in pochi giorni di scarico. Il Magnifico è tormentato da un problema all’inguine, preoccupato dalla questione pubalgia.

E’ proprio a causa della pubalgia che Lorenzo Insigne non ha ancora dato risposte positive in vista di Torino-Napoli. L’infiammazione al pube è da evitare anche se i forti dolori sono un segnale d’allarme. Sarri, intanto, spera che del riposo possa riconsegnargli le magie del folletto di Frattamaggiore.