Tifoso del Napoli Condannato per gli Scontri di Napoli-Spezia

Un tifoso del Napoli, Giosuè Caiazzo, è stato condannato a due anni e tre mesi di reclusione a seguito degli scontri avvenuti prima di Napoli-Spezia, match degli ottavi di Coppa Italia disputatosi martedì 10 gennaio. Secondo la ricostruzione effettuata dopo gli incidenti avvenuti in via Terracina, all’angolo con via Cinthia, un gruppo di circa cento tifosi partenopei avrebbe preso di mira un autobus con a bordo i sostenitori spezzini in transito in quel momento.

Separati da un cordone costituito dalle Forze dell’Ordine, che i napoletani hanno tentato di sfondare muniti di sassi e bastoni, le due tifoserie non sono entrate in contatto per merito dell’intervento della Polizia che ha subito contrastato l’assalto ed evitato che la situazione degenerasse. Ad avere la peggio 4 uomini delle Forze dell’Ordine che sono rimasti contusi, con prognosi che vanno dai 7 ai 25 giorni. Nel corso degli scontri è stato quindi arrestato Giosuè Caiazzo, un uomo di 29 anni residente a Quarto Flegreo e tifoso del Napoli.

Caiazzo è stato processato questa mattina con rito direttissimo e, ritenuto colpevole di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale dal giudice, è stato condannato a due anni e tre mesi di reclusione. Emessa la sentenza l’uomo è stato condotto presso la sua abitazione di Quarto Flegreo per essere sottoposto agli arresti domiciliari. Sono ancora in fase di identificazione gli altri tifosi che hanno agito insieme al Caiazzo.

Juventus-Atalanta 3-2 Video Gol, Highlights e Sintesi (Coppa Italia 2016-2017)

Roberto Insigne al Latina: Ufficiale la Cessione dal Napoli