Tifosi Verona insulti ai Napoletani, agente Sarri: “Vergogna”

Non ci sta Alessandro Pellegrino l’agente di Maurizio Sarri, che ai microfoni di Radio Crc esprime il suo dissenso nei confronti degli insulti e dei cori razzisti contro i napoletani da parte dei tifosi del Verona: Mi vergogno di essere italiano dopo la partita di Verona. Mi vergogno per certi articoli, assurdo dire che baciare una maglia si una provocazione. Questo tipo di offese è razzismo. Damato invece di ammonire Insigne quando ha calciato il pallone, doveva sospendere la partita per i cori razzisti”.

L’attenzione poi si sposta sulla gara giocata dal Napoli, una partita interpretata con maturità e pazienza da parte degli azzurri che confermano l’imbattibilità che dura oramai da 16 partite: “Scudetto? Lo scudetto lo vince chi arriva primo e non adesso non lo siamo. Il Napoli ha tanti impegni. Per avere continuità meglio che non si pensi, quando finirà il tour de force, vedremo se ci sarà da urlare o meno a maggio”.

Infine l’agente spiega anche il cambio a gara in corso tra El Kaddouri e Callejon: Callejon è un giocatore straordinario, ma se si vogliono vincere certe partite ci vuole un colpo ed il colpo lo ha più Lorenzo. Il cambio si è rivelato giusto”. 

Leggi anche: 

 

Club Brugge-Napoli, Ambasciata Italiana: “Si gioca”

Lazio in Ritiro punitivo, Pioli rischia l’esonero?