Tifo Curva B Napoli, Paolo Cannavaro: “Sono uno di loro”

Paolo Cannavaro ai microfoni di Sky Sport parla del suo legame con la tifoseria napoletana

“Sono uno di loro” queste le parole di Paolo Cannavaro al termine di Napoli-Sassuolo.

Attuale difensore del Sassuolo, Paolo Cannavaro non dimentica il suo grande amore, la sua squadra del cuore, la sua terra di nascita: Napoli ed il Napoli! L’ex capitano della squadra azzurra ha impresso nella mente e nel cuore il calore di questi colori. Nell’intervista ai microfoni di Sky Sport le parole del calciatore non lasciano scampo a dubbi riguardo la sua passione.

Al termine del posticipo di stasera conclusosi con un “pacifico” 1-1, dove si è visto in una gara serrata Napoli e Sassuolo scontrarsi a viso aperto, Cannavaro si è recato sotto la Curva B per cantare con i “suoi ex tifosi” la ormai celebre canzone del mondo napoletano “Un giorno all’improvviso”. Il difensore neroverde è stato intervistato dai giornalisti di Sky Sport, e lì ha elogiato il suo rapporto coi tifosi napoletani: “Rapporto con la tifoseria napoletana? Non c’è rapporto perché sono uno di loro, sono venuto diverse volte a Napoli ma non avevo mai avuto un vero saluto, mi ripaga tanto questo saluto dei tifosi, sarà una giornata indimenticabile”.

Paolo Cannavaro ha parlato anche della mancanza in attacco del Napoli, ormai alla ricerca di una punta di peso da inserire nella rosa, visto l’infortunio di Milik: Per la mole di gioco che fa il Napoli, avere un 9 in area è difficile per due difensori. Il Napoli sta pagando tanto questo, non per demeriti di Gabbiadini o Mertens, ma pensare che io possa fare il terzino potrebbe mettermi solo in difficoltà. I ragazzi stanno dando tanto ma calcisticamente il Napoli ha bisogno di un uomo da area di rigore, sono stati sfortunati ad aver perso un degno sostituto di Higuain come Milik.

Video | Cannavaro canta con la Curva B dopo Napoli-Sassuolo