SSC Napoli, Valdifiori: “Grande occasione, ne sono orgoglioso”

Concluso l’allenamento mattutino, si è tenuta a Dimaro la conferenza stampa di presentazione di Mirko Valdifiori. Acquistato dall’Empoli nelle scorse settimane di calciomercato, il regista si è presentato a stampa e tifosi da nuovo giocatore del Napoli rispondendo a tutte le domande postegli nel corso della conferenza. L’avventura al Napoli, appena iniziata, è quella che Valdifiori ha inseguito per tanto tempo e il giocatore a inizio presentazione non poteva non sottolineare l’orgoglio per questo traguardo raggiunto: “Dopo tanta gavetta in B, C e all’Empoli, Napoli è la mia grande occasione e io sono carico e orgoglioso. Ringrazio il presidente che mi seguiva già prima dell’arrivo di Sarri. Non vedo l’ora di indossare questa maglia”.

Tutto procede per il meglio. Valdifiori sta ambientandosi bene e questo grazie a mister Sarri, che conosceva già ai tempi dell’Empoli, e ai nuovi compagni che gli stanno dando una grossa mano: “Sono contento di essere in una squadra che scende in campo sempre per vincere, i miei compagni mi stanno aiutando nell’adattamento. Avere Sarri come allenatore significa già sapere cosa mi chiede, ma devo comunque dimostrare in allenamento: il mister non regala nulla a nessuno”.

Valdifiori è pronto a dimostrare di meritarsi un posto nel Napoli ed è pronto a soddisfare le richieste del mister per quel che riguarda il suo ruolo in campo: “Ho sempre giocato davanti la difesa, lì mi sono espresso al meglio, ma se devo ricoprire altri ruoli non c’è nessun problema”. Il centrocampista conosce bene il gioco di Maurizio Sarri che, da quando è arrivato a Napoli, sta cercando di trasmettere le sue idee alla sua nuova squadra: “Il suo è un calcio molto aggressivo. Si difende in avanti con pressione, punta alla riconquista del pallone e si cerca subito la porta. È un gioco che va capito e il gruppo sta lavorando per apprenderlo, lo segue e questo è importante per lui”.

Nuova squadra, nuovi compagni. Tra questi ci sono Hamsik e Higuain: “Giocare con Hamsik è una grande soddisfazione. È un campione che ha fatto bene in Italia e in Europa. È un orgoglio giocare con lui. Higuain? Non vedo l’ora di conoscerlo, lo aspetto”. Infine Valdifiori svela un ricordo del San Paolo: “Mi è rimasto in testa il boato della curva al 2-2 di De Guzman. Sapere che adesso quelli sono i miei tifosi mi rende orgoglioso”.

Leggi anche: