SSC Napoli eliminato dall’Europa League, Benitez dove ha sbagliato?

E’ difficile digerire l’eliminazione dall’Europa League contro il Dnipro, una squadra che per valori tecnici si è dimostrata nettamente inferiore agli azzurri. Si è da subito capito però che si trattava di una squadra organizzata tatticamente, e che soprattutto aveva nelle motivazioni l’arma in più. Alla fine è stato questo l’aspetto che ha avuto la meglio, e che ha consentito al Dnipro di staccare il biglietto per volare a Varsavia, sede della finale della competizione europea.

Dal Napoli ci si aspettava di più, ci si aspettava di più soprattutto dal re di coppe Rafa Benitez. Si diceva un valore aggiunto per il Napoli, ed invece il tecnico spagnolo non ha mai convinto del tutto durante la sua gestione. Contro formazioni organizzate tatticamente la squadra azzurra è andata spesso in difficoltà, si direbbe una costante da non trascurare questa del tecnico iberico da quando è alla guida della squadra azzurra.

Le scelte di formazione contro il Dnipro hanno destato molte perplessità. Innanzitutto un errore fatto alla base, la scelta di lasciare Zapata in tribuna. Con la sua statura e prestanza fisica il colombiano poteva essere utile almeno negli ultimi 15 minuti di gioco quando a causa del campo reso pesantissimo dalla pioggia, sono stati numerosi i cross scodellati al centro dell’area avversaria. Anche la scelta di lasciare in panchina il capitano Marek Hamsik, proprio nel suo momento migliore  non ha convinto. Al suo posto Gabbiadini, ma l’attaccante ex Samp sarebbe potuto entrare a partita in corso, e magari con gli ucraini un po’ più stanchi poteva diventare l’arma in più, soprattutto con le conclusioni dalla distanza. Perchè non sostituire  un Callejon nettamente in ombra? Infine Mertens lasciato ancora una volta fuori dagli undici titolari, l’unico calciatore del Napoli capace di superare la linea difensiva avversaria e dare profondità alla manovra azzurra. Il suo ingresso in campo ha dato la scossa, ma oramai era troppo tardi.

La filosofia di Benitez di segnare un gol più dell’avversario soprattutto in italia non paga. Meglio un Napoli più solido, accorto tatticamente e meno spettacolare ma più concreto e vincente.

Leggi anche: