SSC Napoli, De Laurentiis furioso: “Il Ministro degli Interni intervenga”

calciomercato napoli

È un Aurelio De Laurentiis felicissimo per la vittoria convincente ottenuta dal suo Napoli nella difficile sfida contro la Sampdoria. Il patron azzurro è l’unico a parlare questa sera dopo il silenzio stampa confermato dal club partenopeo. L’interessante intervista concessa ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, parla della gara, ma anche dei fatti accaduti allo stadio Olimpico di Torino: “E’ stato un bellissimo bottino stasera, auguriamoci che i ragazzi rimangano concentrati sul pezzo e si continui cosi fino alla fine. Violenza negli stadi? Io non conosco i fatti di Torino, ma bisogna che il ministro degli interni Alfano si interroghi, so che lui sta cercando di porre rimedio a quello che è una presenza destabilizzante con il vero tifo, però è in ritardo. Quando gli abbiamo chiesto di dare potere alla polizia nello stato come o altri paesi europei, lui ha fatto orecchie da mercante.”

Il presidente del Napoli da tempo paladino della battaglia contro la violenza negli stadi, continua ad accusare il governo per la mancanza di leggi adeguate che fermino finalmente questo increscioso problema: “Se fossi nel ministro ci penserei, non ci vuole molto ad organizzare in poco tempo qualcosa che potrebbe fare anche un ragazzino di 8 anni, siamo stanchi. Questa inezia del ministero degli interni sembra che debba andare per favori politici, facciamola finita. In questo paese c’è la mafia di stato, la mafia capitale, la ndrangheta, la camorra, e quindi vogliamo scherzare? Questo sarebbe il bel paese? Ricordiamo he c’è stato un percorso storico penalizzante per il Sud che nel 1800 era il vero Sud, ma questo è un discorso lungo”.

Leggi anche: