SportItalia è in crisi, rischia la chiusura a giugno

Sportitalia canale sportivo

SportItalia, celebre emittente sportiva nazionale, è in crisi. A rischio la sua presenza sul piccolo schermo già da giugno. Le notizie che serpeggiavano sullo stato di salute economico-finanziario dell’Azienda non erano solo “dicerie”; infatti, l’editore Bruno Bogarelli ha dichiarato fallimento (per la società Maroncelli 9 di cui SI fa parte) entro la fine del primo esercizio del 2013 dopo la presentazione dei risultati di bilancio relativi al 2012.

Se non dovesse farsi avanti nessuno per la rilevazione del pacchetto societario, si assisterà alla chiusura dei tre canali dedicati allo sport presenti sul digitale terrestre.

A risentirne di più, tra le discipline sportive mandate in onda da SI, sarebbe il basket visto che, dopo la fallimentare esperienza dello scorso anno di La7 e l’indifferenza della Rai (con i suoi canali Sport), nessun’altra emittente sarebbe in grado di offrire alcuna diretta e quindi servizi agli appasionati italiani della palla a spicchi.

Una notizia giunta come un fulmine a ciel sereno anche se le avvisaglie si erano già manifestate in tempi non sospetti. Si attende, quindi, l’evoluzione della vicenda che rischia di cancellare dai palinsesti una realtà nata da poco ma in grado di coprire in maniera totale e soddisfacente le esigenze dell’utenza.