Teminato il Silenzio Stampa del Napoli: Ecco il Motivo

Terminerà con la conferenza stampa alla vigilia di Shakhtar-Napoli il silenzio stampa degli azzurri. Ecco perché è durato così tanto...

Il Napoli è partito a mille in campionato collezionando 9 punti in 3 partite. La formazione di Sarri ha intenzione di ripetersi anche in Champions League, massima competizione europea che inizia domani sera a Khariv per gli azzurri. Nel club di De Laurentiis c’è però una novità sorprendente: il silenzio stampa è terminato. Maurizio Sarri parlerà, nelle prossime ore, ai microfoni della stampa alla vigilia dello scontro in Champions contro lo Shakhtar. Ma ecco il motivo del silenzio partenopeo.

Maurizio Sarri è uno che preferisce la concentrazione alle chiacchiere pre e post partita. Il tecnico degli azzurri ha approfittato del silenzio stampa della società, iniziato al tramonto della scorsa stagione, per riflettere sull’operato della squadra. E i risultati sono stati visibili agli occhi di tutti. Il Napoli, battendo il Bologna al Dall’Ara ha eguagliato il record storico della società di 8 vittorie consecutive in campionato. Il silenzio stampa, per Sarri e per il Napoli, è stata una vera e propria purificazione che ha condotto ai traguardi sperati: serenità, concentrazione e massima voglia di vittoria.

Napoli, stop al silenzio

Il tecnico azzurro tornerà finalmente allo scoperto dopo mesi e mesi di assenza davanti ai microfoni. Nelle prossime ore Sarri risponderà ai microfoni della stampa alla vigilia di Shakhtar-Napoli, prima gara del girone F di Champions League.

Il Napoli, però, dopo la sfida dell’OSK Metalist potrebbe chiudersi nuovamente in isolamento mediatico. Un rifugio spirituale che negli ultimi mesi ha cambiato gli azzurri. Quella di Sarri è una squadra nuova; sarà stato il silenzio, sarà stata la voglia di vincere. Poco importa, adesso. La strada i partenopei la conoscono bene e vogliono percorrerla a miglior modo, come fatto finora.