E alla fine De Laurentiis decide di non partire per il Galles per assistere dal vivo a Swansea-Napoli. Il numero uno azzurro vuole chiarire fino in fondo la vicenda che vede coinvolta la Società Calcio Napoli e la Corte dei Conti che ieri ha visto l’arrivo al centro di Castelvolturno degli agenti della Guardia di Finanza. La Corte dei Conti ha infatti predisposto il sequestro di 5 milioni di euro dal conto della società poiché nel 2006, anno in cui venne stipulato il contratto di locazione del San Paolo, l’accordo avrebbe pesantemente svantaggiato il Comune.

De Laurentiis è quindi proiettato, almeno in queste ore, a fare quanta più chiarezza possibile intorno alla vicenda poiché da ambienti vicini è stata fatta trapelare la sua amarezza poiché la struttura di Fuorigrotta causa continuamente problemi, dall’agibilità alla burocrazia, e lui è sempre in prima fila per risolverli nonostante dallo stesso Palazzo San Giacomo non arrivino gli adeguati aiuti.

Marco Catalano, sostituto procuratore della Corte dei Conti della Campania, ha fatto il punto della situazione: “Adesso si andrà verso una convalida del provvedimento e poi ci sarà l’inizio del processo di merito nei confronti del club azzurro”. Ma De Laurentiis vuole chiarire tutto e subito così da dedicarsi a tempo pieno al progetto Napoli.

Leggi anche — > Stadio San Paolo, Accordo tra SSC Napoli e Comune

Leggi anche — > Stadio San Paolo, De Magistris: “Nei prossimi giorni incontro decisivo con il Napoli”