Scorta Figlio De Laurentiis Vigili Urbani: Inchiesta della Procura

La vecchia storia del figlio di De Laurentiis scortato dalla Polizia Municipale rischia di diventare un caso o, forse, lo è già. Eduardo De Laurentiis, figlio del patron azzurro, così come rilevato da La Repubblica ad agosto, era costantemente accompagnato da due agenti della Polizia Municipale in occasione delle partite del Napoli al San Paolo. L’autorizzazione al servizio di scorta portava direttamente la firma dell’allora Comandante Luigi Sementa, in quanto De Laurentiis junior veniva considerato soggetto a rischio. Pertanto si autorizzavano i Vigili Urbani al trasporto del vice presidente azzurro su un furgone a vetri oscurati di proprietà del Comune di Napoli. 

I fatti per i quali fu concessa la scorta, però, risalgono all’ormai lontanissimo 2011, anno in cui il figlio del Presidente azzurro denunciò danneggiamenti alla sua auto da parte degli Ultras napoletani. Quanto si contesta, però, non è soltanto il servizio di scorta autorizzato dal Comune, dal Comando di Polizia Municipale e dall’Assessore alla Sicurezza Narducci. Quanto si contesta è che, in realtà, il servizio di scorta per essere istituito, necessita del rispetto di un iter procedurale ben preciso e, infine, della valutazione del comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza che coinvolge tutte le strutture deputate alla sicurezza. Iter che nel caso di Edo De Laurentiis non è stata rispettato.

Comandante Luigi Sementa

Per questo la Procura di Napoli ha avviato un’inchiesta con il pm Stefania Buda a condurre le indagini. Al momento non ci sono indagati né sono ipotizzati reati. Ma, dopo l’esposto, è necessario verificare le eventuali responsabilità. Anche perché, stando alle dichiarazioni dell’allora Comandante a Repubblica il Sindaco, in un certo senso, fu informato e diede precise disposizioni al riguardo. Il Comando di Polizia Municipale, infatti, propose che a pagare il servizio fosse direttamente De Laurentiis. Proposta prontamente bocciata e rispedita al mittente dal Sindaco De Magistris. 

Leggi anche –> Cheerleaders Napoli: Martina Rapone con Edoardo De Laurentiis (foto)

Scritto da Massimo Esposito

Napoletano di nascita e cilentano d'adozione, è appassionato di letteratura sportiva e del Calcio Napoli. Nasce economista per svista con la grande necessità di comunicare e di trasmettere. Di condividere e di parlarne. Il tempo libero (spesso troppo) è dedicato alle sue grandi passioni, tra cui i cani. Massimo Esposito su Twitter

Cori contro i napoletani dei tifosi milanisti, Abbiati: “Esistono da sempre”

Calciomercato SSC Napoli, Skrtel e Leiva rinforzi di Gennaio?