Scontri Tifosi Napoli-Juve, Juventini Aggrediti: “Aggressori campani”

I tifosi della Juventus, ieri aggrediti dai tifosi napoletani, raccontano i fatti alla polizia

L’ansia per la doppia sfida di campionato e Coppa Italia Napoli-Juve inizia a crescere tra le tifoserie avversarie. I tifosi juventini, ieri protagonisti di scontri con i tifosi del Napoli, denunciano i fatti alla polizia. Quanto accaduto ieri mattina nell’area di servizio tra Arezzo e Firenze ha dell’incredibile: un vero e proprio agguato a mo’ di militare, raccontano i tifosi bianconeri.

SCONTRI TIFOSI NAPOLI-JUVE: LA RICOSTRUZIONE

Ieri mattina partono all’alba i tifosi della Juventus, diretti allo stadio Marassi di Genova per assistere alla sfida dei bianconeri contro la Sampdoria. 24 i tifosi campani della juve a bordo del pullman indirizzato a Genova. Il bus viene affiancato da due vetture le quali scagliano sassi contro il veicolo juventino. Il conducente del bus juventino tenta di superare le due auto guidate da tifosi napoletani, senza però avere successo. Ad ostruire la fuga del bus dei tifosi juventini è un terzo veicolo, fermo di traverso sulla carreggiata ad impedire il passaggio del pullman juventino. Un vero e proprio agguato in stile militare.

“I tifosi che ci hanno aggredito ieri mattina avevano il nostro stesso accento” – raccontano alla polizia i tifosi della Juventus aggrediti presso l’Autostrada del Sole, all’alba di domenica mattina. Un episodio che preoccupa in vista delle due sfide tra Napoli e Juventus, in programma il 2 e il 5 aprile. Il settore ospiti dello Stadio San Paolo, in occasione della doppia sfida fra le due squadre, potrebbe restare chiuso al fine di evitare nuovi pericolosi scontri tra le due tifoserie rivali.