Sassuolo-Napoli, Jorginho: “Sto vivendo grandi emozioni”

A Napoli mi trovo benissimo, sto vivendo grandi emozioni e spero che facendo bene in azzurro possa essere convocato con l’Italia ai prossimi Mondiali”. Jorginho, che domani non ci sarà contro il Sassuolo per via dello stop di un turno decretato dal Giudice Sportivo, racconta i primi mesi in maglia azzurra e di come proveniente dal Verona si sia perfettamente integrato nella tattica studiata da Benitez.

“Adesso dobbiamo proseguire così, prendere le cose positive che abbiamo realizzato in queste ultime partite, correggere errori che abbiamo fatto in passato e crescere ancora. Abbiamo grandi potenzialità e vogliamo puntare in alto”, ha spiegato l’italo-brasiliano che ha vissuto una serata fantastica contro la Roma in Coppa Italia: Vincere, fare gol, avere anche Maradona in tribuna, cinquantamila tifosi che urlavano il mio nome e cantavano. E’ stato davvero un momento meraviglioso”.

Quindi le lodi per tessute per l’allenatore spagnolo: “È un grande allenatore, un vincente e con lui posso solo migliorare. E poi gioco con campioni di altissimo livello quali Inler, Higuain, Callejon, per me sono un esempio e mi stanno dando una grandissima mano”. Proprio i compagni hanno fatto subito inserire Jorginho nei nuovi schemi:Appena sono arrivato qua il gruppo mi ha aiutato tanto, i compagni mi hanno fatto subito ambientare, mi sto trovando benissimo e ringrazio il tecnico e la squadra per l’accoglienza e la fiducia”. Un binomio Jorginho-Napoli che proseguirà ancora per molti anni ancora, almeno per ora con reciproca soddisfazione da entrambi le parti.

Leggi anche — > Napoli-Roma 3-0, il video del gol di Jorginho dalla Curva

Leggi anche — > Napoli decimato: il Giudice Sportivo ferma Inler, Callejon e Jorginho

Scritto da Nicola Salati

Giornalista professionista dal 2009, ma più che un lavoro per me è una passione visto che ho iniziato a collaborare con i giornali locali a sedici anni e a 18 anni ero già pubblicista. Attualmente collaboro con il quotidiano Metropolis e poi ho iniziato questa nuova avventura che sta dando i frutti sperati...il mio motto? "L'umiltà deve essere sempre al primo posto per chi vuole intraprendere questa professione".

Sassuolo-Napoli, i convocati di Benitez per la gara

Sassuolo-Napoli, Malesani: “Il Napoli non sarà stanco”