Rinfocola la polemica sulle frasi omofobe scappate a Sarri nel dopo partita di Napoli-Inter, l’allenatore nerazzurro Roberto Mancini. Il tecnico interista infatti nella giornata che dovrebbe portare al verdetto di squalifica per l’allenatore azzurro ha rilasciato un’intervista a La Repubblica nella quale dice: “Lui in realtà ha offeso tante persone, tanti poveri ragazzi che in Italia o in altre parti del mondo vengono presi in giro, vengono derisi da gente che pronuncia certe paroline con tanta facilità… poi magari ogni tanto capita che qualcuno si suicidi perché non ce la fa più. Quante volte abbiamo letto di storie simili?”.

MANCINI ANCORA CONTRO SARRI SPIEGA IL POST NAPOLI-INTER

Ma le accuse di Mancini non si fermano qui perché poi spiega la sua versione di quello che sarebbe successo negli spogliatoi: “”Sono entrato nello spogliatoio, io, da solo, contro tutti loro. E lui faceva ancora lo sbruffone: “E vabbè scusa, t’ho chiesto scusa, che vuoi ancora?”, diceva. Allora ho risposto in malo modo: “Ma non hai capito che hai 60 anni e certe cose non le devi proprio dire?”. Invece ha smentito che lui abbia fatto un coming out e che sia gay dichiarato.

Leggi anche: